III Festa di Alternativa Libertaria

 

La FdCA, Federazione dei Comunisti Anarchici, ringrazia il Circolo Libertario Zapata di Pordenone e tutte/i coloro che da Pordenone e da pi¨ lontano hanno scelto di partecipare alla Terza festa di Alternativa Libertaria, che si Ŕ svolta nel quartiere di Villanova  dal 26 al 29 giugno. Ringraziamo i rappresentanti locali di Ecologia Sociale, della FIOM-CGIL, delle RdB/CUB, della Federazione Socialista Anarchica Slovena che hanno contributo ad animare i nostri dibattiti, ringraziamo Luigi Veronelli per il messaggio di affetto che ci ha inviato, non potendo fisicamente essere presente.

Le numerose e partecipate presenze ai dibattiti previsti all'interno della festa hanno confermato la forte sensibilitÓ che esiste  in questa regione verso la valorizzazione dei prodotti alimentari a denominazione comunale contro l'omologazione imposta dal mercato; il favore verso un federalismo che unisca le popolazioni e che non le divida come invece Ŕ nei progetti di devolution del governo; l'impegno di CGIL e sindacati di base per il superamento della sconfitta referendaria sull'art.18 rilanciando le lotte sul salario e sulla contrattazione sindacale azienda per azienda; la propensione verso la solidarietÓ internazionale dimostrata con l'affetto e l'interesse con cui Ŕ stata accolta la delegazione della Federazione Anarchica Sociale slovena, presente alla festa.

Si tratta di conferme che nel paese esistono le possibilitÓ per lo sviluppo di una opposizione sociale alla distruzione del territorio e  dei diritti di uguaglianza e di libertÓ fatta in nome degli interessi del capitalismo; si coglie l'auspicio che tale opposizione possa diventare movimento per l'alternativa libertaria.

A questo lavora la Federazione dei Comunisti Anarchici, che Ŕ da sempre profondamente impegnata in questi campi, perchŔ solo dalle lotte dei lavoratori e dai movimenti di opposizione sociale possono nascere prospettive di trasformazione della societÓ in senso libertario ed egualitario.

FdCA - Segreteria Nazionale

FdCA-Pordenone

3 luglio 2003